dal 2001 on line 
per procidani 
vicini e lontani


 

CONSIDERATO CHE I SOLITI MITOMANI SENZAPALLE
DILAGANO OVUNQUE SOTTO MENTITE SPOGLIE
SI RICORDA ANCORA UNA VOLTA CHE
QUESTO SITO
NON HA NESSUN PROFILO FACEBOOK !


25_anniversario





Venticinque anni di lavoro e di sacrificio, venticinque anni di ricerca e di coraggio nell'osare, venticinque anni di successi e di divertimento... ma soprattutto venticinque anni di Amore per il canto!

Il Coro Polifonico San Leonardo, a venticinque anni dal suo primo concerto, invita tutti quelli che lo hanno sempre sostenuto ed incoraggiato per festeggiare insieme questo straordinario traguardo.

 - Martedì 6 Maggio ore 19 - Chiesa di San Leonardo (Procida)

 S. Messa di ringraziamento e in suffragio di Don Vincenzo di Liello, ideatore ed ispiratore del primo concerto che vide protagonista il Coro il 6 Maggio 1989. A seguire, presentazione della pubblicazione "DE MUSICA" - Procida nella storia della musica.

  - Sabato 17 Maggio ore 21 - Abbazia di San Michele Arcangelo (Procida)

 CONCERTO - EVENTO: L'EMOZIONE DI STARE ANCORA INSIEME.

 Grande serata di musica e canto con tutti i brani più significativi dei 25 anni di attività del Coro, alcuni dei quali saranno eseguiti insieme a molti dei "vecchi" coristi che negli anni hanno fatto parte del gruppo, e che per l'occasione ritorneranno ancora una volta a cantare con noi.

 A seguire, sul sagrato di Santa Margherita nuova, un buffet - entertainment per ringraziare e ricambiare il pubblico del calore e dell'amicizia mostrata in questo primo scorcio di secolo.



MIRACOLI O MIRAGGI PASQUALI ???

mai_vista
















mai_vista_1














mai_vista_2















mai_vista_3













mai_vista_4

















Scompare la vergogna della piazza

piazza_posta_1La fontana fantasma è andata in frantumi sotto i colpi dei martelli pneumatici. Evento atteso e desiderato da tutti. Il tempo ha consumato la discordia politica palese o celata. Venne definita trionfo della disarmonia, inutile ed effimera, scempio del buon gusto, esemplare di soldi  pubblici stracciati. Noi la guardammo in silenzio e con tristezza. Oggi restano le montagnole di pietre a parlare di una fine annunziata fin dal principio. Squallore e morte di una sciatteria? Scompare l'impudicizia? O avanza quel nuovo che da tempo stavamo aspettando?

A PROCIDA SI MUORE SULLE STRADE !

Nasce un nuovo parcheggio sotto  rudere delle "Arcate". Ci sta bene... e domani nascerà un parcheggio  in via Libertà sotto terra e ci sta bene e poi ne nascerà un terzo sotto Piazza Olmo e ci sta bene...ma questo non significa assolutamente risolvere il problema del traffico a Procida che causa ogni giorno feriti  e qualche volta anche incidenti mortali.

Ormai la Politica a Procida su questo aspetto ci sembra proprio che abbia deposto le armi: poiché i procidani vogliono  tutti muoversi in auto e motorino, bello o brutto, buono o catASILO_LIBERTA%27tivo che sia, il problema viene accantonato come se non esistesse.

Non esiste per la Politica,  ma esiste per la collettività, esiste per chi ogni giorno corre il rischio di essere investito, esiste per chi ha visto un proprio parente schiacciato al muro, esiste per chi ha perso un proprio caro per il traffico, esiste per chi si ammala di tumore per lo smog, esiste per chi non riesce a fare più una passeggiata e godersi un po' di aria pura.

Conosciamo tutti il metodo di Ponzio Pilato: "Chi volete che io liberi Barabba o Gesù?" e poiché il popolo gridava: "Barabba" Pilato ha liberato un malfattore e condannato un giusto. Analogamente si lascia via libera al traffico perché il popolo grida "libertà di traffico in tutte le ore del giorno e della notte" e si lascia l'isola condannata: ad un alto inquinamento acustico e da smog, micidiali per la salute,  si mette a rischio l'incolumità dei pedoni, si destabilizzano le strade, si mettono a rischio i fabbricati a fronte di strada, si abbassa  di molto la qualità della vita Il problema sembra difficile perché la soluzione è troppo evidente: la rete stradale di Procida, tranne  via Libertà, via IV Novembre e via Alcide de Gasperi, non è idonea a sopportare  il carico di auto e motorini attualmente in dotazione degli isolani, in quanto sono strade costruite quando le auto non esistevano, e quindi strade per lo più pedonali, strette e senza marciapiedi.  E tali strade  secondo il codice stradale in vigore, tutto al più possono essere percorse da biciclette. Un cittadino procidano che fu investito in via Cesare Battisti (la stradina che porta al Cimitero) fece causa, ed ebbe un alto risarcimento di svariati milioni, e sapete perché? Perché quella strada così stretta e senza marciapiedi non poteva essere adibita al traffico. Oggi i diritti dei pedoni sono vanificati e addirittura infangati quando piove. Gli anziani e i bambini  quando escono sulla strada sono sempre in pericolo. Se la Politica non vuole affrontare questo aspetto della vita sociale di Procida,  almeno stabilisca una fascia oraria giornaliera in cui i pedoni possono con serenità portarsi sulle strade senza pericoli. E se neanche questo  la Politica vorrà fare, solo due strade sono davanti a noi: o cambiare questa Politica o continuare a farci del male tra di noi, pestandoci i piedi e qualche volta rischiando anche la vita. E dico questo perché mio suocero è stato schiacciato al muro da un camioncino in via Principessa Margherita. Il  Camioncino era largo quanto la strada. Ma quella volta sbagliammo a non denunciare gli Amministratori, non tanto per avere per il risarcimento economico, ma per dare un segnale forte all'isola e far capire che è disumano per un anziano e tranquillo pescatore finire gli ultimi giorni della sua vita così tragicamente.

www.espressioniprocidane.it

Un libro gratis !

clero_criminale_antologia

Un nuovo interessante volume antologico collegato al libro pubblicato l’anno scorso da Laterza “Clero criminale”.  Un testo pubblicato in open access in collaborazione con l’ Università Federico II e che una volta tanto è stato reso pubblico a chiunque, gratis ! Interessante, curioso e in qualche parte anche spassoso. E' stata una questione di democrazia culturale, insomma, alla quale FedOApress, è molto sensibile. Il Prof. Romeo ci confessa che l’iniziativa con il collega Mancino è nata dall’esigenza di restituire alla collettività un po' dei privilegi goduti nello svolgere una professione bella e gratificante. 


Per scaricare e leggere tutto il libro clicca qui clero_criminale_antologia.pdf



L'International Symposium del mondo sommerso

Si aprono mercoledì 26 marzo a Procida i lavori dell’VIII edizione dell’ISUR-International Symposium on Underwater Research, convegno interdisciplinare dedicato alla conoscenza del mondo sommerso e del patrimonio subacqueo attraverso la ricerca scientifica, tanto nel campo archeologico, quanto nelle aree delle discipline geologiche e biologiche, mediche e giuridiche. L’evento, charch_sube per la prima volta fa tappa in Italia, è organizzato dall’Università di Napoli “L’Orientale” insieme con GAMA-General Association for Mediterranean Archaeology, DAN – Divers Alert Network, con il supporto di BETA Analytics-Radiocarbon dating, Gruppo S.A.M. s.r.l. e  Centro Sub Campi Flegrei. Gli incontri tra gli esperti, programmati fino a sabato 29, si terranno presso i locali della Scuola per l’Alta Formazione di Terra Murata.
L’importante iniziativa porta a compimento un percorso di collaborazione che ha visto, negli anni, ricercatori e studenti dell’Orientale partecipare a lavori di archeologia marittima in Italia e all’estero, dal Mediterraneo al Mar Rosso. Una sessione speciale del convegno sarà dedicata, infatti, proprio ai risultati delle campagne di ricognizione subacquea svolti nel Golfo di Antalya dalla Selçuk University di Konya, cui ha preso parte, a partire dal 2011, un piccolo team dell’Orientale, guidato da Michele Stefanile (responsabile del Laboratorio di Archeologia Subacquea istituito presso il Dipartimento Asia Africa Mediterraneo). 
Nel corso dei saluti inaugurali, che vedranno la partecipazione del Pro-Rettore vicario Giuseppe Cataldi (che terrà anche la conferenza di apertura), del sottosegretario alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, del coordinatore per l’UNESCO Unitwin for underwater archaeology Hakan Öniz, gli archeologi subacquei dell’Orientale Chiara Zazzaro e Michele Stefanile avranno modo di presentare risultati e progetti delle proprie attività. Le sessioni successive, poi, consentiranno al pubblico di ricercatori e semplici appassionati di conoscere gli ultimi lavori e sviluppi nel campo dell’archeologia subacquea italiana e mediterranea, le nuove tecnologie in corso di sperimentazione, i risultati delle collaborazioni con il mondo della geologia e della biologia, le ultime tendenze nella gestione del patrimonio sommerso, con esempi di grande interesse dal Parco di Baia, e nel settore della sicurezza in immersione. Durante il convegno sarà anche inaugurata la mostra fotografica a cura di Marco Molino, giornalista ed esperto di tematiche marittime, “L’Onda di Pietra -The Wave of Stone”, dedicata a porti e approdi del Mediterraneo. Al termine dei lavori, tempo permettendo, i convegnisti avranno la possibilità di immergersi fra le rovine sommerse dei Campi Flegrei, apprezzando i traguardi raggiunti nel campo della musealizzazione subacquea.


Perché?

spiaggia_lingua










Da quando sto osservando la discussione sulla  costruzione dello stabile sulla spiaggia della lingua ci sono alcune domande che continuo a pormi: serve? Aggiunge qualcosa sotto il profilo della bellezza, dell’armonia ( che pure dovrebbero essere importanti) ? Aggiunge qualcosa a livello economico? E’ un qualcosa di cui davvero non possiamo fare a meno? Crediamo che l’unico modo per migliorare sia necessariamente aggiungere?

Diciamo che non lo so, ma sarei orientato a rispondere “no” e vorrei delle risposte da chi crede che sia necessaria una cosa del genere.

L’unica cosa che mi sento di escludere è che sia una mossa strategica per risollevare l’economia isolana, dato che non è certo in questo modo che si da nuova linfa al turismo che cala ogni anno in modo tragico, le azioni da intraprendere per rendere l’isola di nuovo appetibile come in tempi passati e per periodi più lunghi, sono chiaramente altri, ma questo amministratori e consiglieri lo sanno meglio di me, sono di certo più esperti.

E poi sono di più le persone che beneficiano, o quelle che vedranno limitarsi la possibilità di passare delle ore in tranquillità sulla piccola spiaggetta?

Mi farebbe molto piacere se qualcuno rispondesse a queste mie semplici curiosità.

Quindi, semplicemente: perché? di Marco Landola


L'interrogazione sul regolamento di gestione 

dell'ex Chiesa di San Giacomo

Considerato che con la delibera di Consiglio Comunale n.19 del 27.04.2012 si approvava all'unanimità il Regolamento di gestione dell'ex Chiesa di San Giacomo, al fine di coordinare attività di vario genere (anche a carattere espositivo) gestite dalle associazioni di Procida, che sarebbanchiopposizionebero risultate di grande impatto per la vita sociale dell'isola e per la sua immagine turistica;

valutato che detta delibera prevedeva l'istituzione di un Comitato di gestione con rappresentanti delle forze politiche di maggioranza e di minoranza;

vista la carenza di spazi comunali da destinare alle attività dei vari gruppi e associazioni;

verificato che in questi anni c’è stata una gestione della struttura non molto coerente e senza un preciso atto di indirizzo che in alcuni momenti ha anche creato situazioni di tensione e prese di posizione ben oltre i limiti della tollerabilità da parte di alcune associazioni;

si interroga per sapere

 quali impegni prende l’Amministrazione Comunale per  mettere in esecuzione il regolamento già approvato da quasi due anni e mai entrato in vigore.

 Procida, 6 Marzo 2014.

 Gruppo Insieme per Procida


NECK NOMINATION A PROCIDA?

Neck Nomination si chiama così l’ultima folle moda che si sta diffondendo tra i teenagers di tutto il mondo. Nata in Australia si è diffusa velocemente negli Stati Uniti, Inghilterra e centro Europa. Una catena di morte e distruzione.I ragazzi di tutte le età vengono ripresi mentre ingeriscono quantitativi di alcool pericolosissimi sfidando poi tre amici a fare di meglio entro 24 ore, pena essere derisi, caricando in seguito i vari video sul web e sui social networks. Proprio dal collo delle bottiglie che i partecipanti a questo nuovo drinking game si scolano deriva il nome Neck Noalcoolmination. Iniziato come un banale gioco tra amici è diventato qualcosa di più. Fin sopra potete leggere quello che riporta la rete e che vi invito a leggere. Tutti noi (o la maggior parte di noi) genitori permette ai propri figli l’uso dei più “quotati” social, tutti noi abbiamo creato ad arte account per permettere ai nostri figli l’uso “controllato” di internet, e tutti noi genitori siamo responsabili di quello che accade. Le mode prendono piede, le tendenze prendono piede e come sempre le “male” tendenze prendono il sopravento su quelle “buone”. Il fenomeno sopra ben descritto, sembra stia iniziando anche sulla nostra isola. Alcuni video postati su facebook riprendono “ragazzini” che mostrano la loro “nomination” bevendo una birra sorseggiandola o bevendola per intero, terminando poi la loro “performance” nominando altri amici. Lasciare che i nostri figli facciano questo e rimanere fermi ci rende complici e consapevoli del loro agire. Non bloccare sul nascere questa “moda” significa accettare e promuovere a fare sempre meglio (peggio) e spingersi sempre oltre. Non è una ragazzata e come tale dobbiamo “agire” subito…stroncarla subito!!! Stiamo attenti a quello che i nostri ragazzi “postano”, parliamo con loro e sopratutto ascoltiamoli….capire che forse ai nostri ragazzi manca qualcosa e fare in modo che quel qualcosa gli sia dato…….In contrapposizione a questo “schifo” di gioco è nata la RAK NOMITANION (Random Acts of Kindness. Atti casuali di gentilezza.) Ragazzi e ragazze che offrono un atto di gentilezza, carità, amore per il prossimo….questi sono gli esempi che sicuramente debbono essere di “moda” e fare tendenza. Fare compagnia a una persona anziana sola, portare la spesa a casa a chi non può uscire, aiutare ad attraversare la strada, offrire un pò del proprio tempo per aiutare un amico in difficoltà a scuola…..Vivete la vostra vita nella gioia e nella spensieratezza della vostra età, vivete per vedere i vostri figli nascere….non lasciate che una “moda” ve la tolga…  da www.orasorriso.it


I LIMONI DI PROCIDA PER COMBATTERE
LA FAME IN KARAMOJA

Dal 7 al 9 marzo si svolgerà la 33° edizione della mostra mercato Seminat a Piacenza e Africa Mission Cooperazione e Sviluppo avrà un suo spazio sia tra gli stand che negli orti espositivi. Ancora una volta avviciniamo l’Uganda all’Italia; in questa occasione il ponte è l’agricoltura, tradlimoniizione radicatissima in tutta la nostra nazione ma specialmente nel territorio piacentino, portata in Karamoja per combattere la fame. L’altra novità è che le date del Seminat coincideranno con quelle dell’ormai consueta campagna “I limoni dell’amicizia. Dai più gusto alla Solidarietà”, che completa e arricchisce l’impegno agricolo del Movimento in Africa, con la promozione di un’eccellenza italiana, i limoni di Procida, a servizio della sensibilizzazione. La campagna “I limoni dell’amicizia “nasce nel 2007 dopo un viaggio in Africa a cui partecipavano anche quattro amici di Procida. A loro viene l’idea di utilizzare questo prodotto straordinario per raccogliere fondi e raggiungere più persone possibili con il messaggio di don Vittorio. Idea vincente perché i numeri del 2007 sono cresciuti in modo esponenziale: i quintali distribuiti sono passati da120 ai 210 dell’ultima edizione, i volontari impiegati sono più che duplicati e le persone raggiunte, inizialmente 10.000, sono diventate 81.200. Anche se alcuni dati sul mese di aprile sono ancora in fase di conferma proprio in questi giorni, possiamo già dare qualche appuntamento: il 22 e 23 febbraio i limoni saranno a Prato, nelle chiese; il 2 marzo a Montemurlo (PO);il 9 marzo a Piacenza e a Treviso; il 16 marzo nella diocesi di Cerreto sannita - Telese Sant’Agata dei Goti (BN); il 23 e il 30 marzo a Pesaro - Urbino.

Intanto nei giardini di Procida continua la raccolta per tutta questa settimana. Chi volesse donare una giornata di lavoro, O ANCHE SOLO QUALCHE ORA, può mettersi in contatto con Angelo Costagliola telefonando al numero  3381273472.

da www.espressioniprocidane.it


ANCORA AMIANTO IN VIA LIBERTA' !

Per oltre 4 mesi in via Libertà, nei pressi dello sbocco di via Lubrano di Vavaria, giacevano su un muretto materiali di amianto. Pochi giorni fa altre lastre di amianto sono state abbandonate sul marciapiede di via Libertà proprio a pochissimi metri dalla locale stazione dei carabinieri. Alla portata di tutti. Alla portata dei bambini. Chiamarvi assassini è un complimento.

amianto_uno








amianto_due









I PREZZI DEL MATTONE NEL 2013
case_secondo_semestre_2013

















In questi giorni è stato pubblicato il Listino Ufficiale dei Valori del Mercato Immobiliare di Napoli e Provincia per l'anno 2013. Per quanto riguarda l'isola di Procida i prezzi delle abitazioni oscillano da un minimo di 2.600 € a mq per le zone periferiche fino ad un massimo di 4.300 € a mq per quelle del centro. In pratica una casa di 100 mq a via Libertà potrebbe costare 430.000 € circa, mentre ad esempio in via Pizzaco "solo" 260.000 €. Per quanto riguarda le locazioni abitative oscillano da un minimo di 6 euro ad un massimo di 9 euro a mq. Discorso a parte per i negozi i cui valori di mercato si attestano a  circa 4.800 € a mq, mentre  gli affitti oscillano intorno ai 17 € a mq.
I suddetti valori sono relativi alle transazioni effettivamente avvenute nelle zone indicate e devono essere intesi come media dei valori minimi e massimi relativi. In ogni caso le stime possono essere fuorvianti e variabili in relazione all'ubicazione, allo stato di diritto, di conservazione, alla dimensione e qualità dell'immobile, all'indice di prestazione energetica.
I valori riportati sono quindi suscettibili di consistenti variazioni se applicati al singolo caso. Considerata la catastrofica congiuntura economica i valori immobiliari si sono sensibilmente ridotti rispetto alla bolla immobiliare del 2007 e quello attuale è certamente il miglior periodo per acquistare casa che si sia registrato nel corso degli ultimi anni.


LUIGI MURO VITTIMA DELLE IENE

Nell'ultima puntata delle IENE trasmessa da Italia 1 il cinque febbraio scorso oltre agli onorevoli Landolfi, Damiano, Colannino e Bonniver anche il procidano Luigi Muro cadde nella solita trappola di provocazioni tesa nell'ambito della divertente e irriverente rubrica, CHIUNQUE PUO', che sfocia però spesso nella più gratuita e nefanda trivialità. Bisogna comunque riconoscere all'ex onorevole procidano una discreta dose di pacatezza e flemma glaciale, avendo reagito alle pesanti accuse e provocazioni del noto burlone in maniera molto più elegante e garbata rispetto a quella inferocita e volgare dell'ex ministro delle Comunicazioni Mario Landolfi. In ogni caso le riprese dovrebbero risalire ad oltre un anno fa.


Marittimi: importante novità sulle erogazioni delle prestazioni INPS

Il giorno 27 gennaio 2014 si è tenuto un incontro richiesto dall'USB Settore Mare presso la sede INPS di Napoli con il dott. Alberto CICATELLI in rappresentanza della Direzione dell'Area Metropolitana INPS di Napoli.

INPSLa scrivente O.S. a seguito delle innumerevoli lamentele pervenute dai lavoratori marittimi sulla mancata erogazione delle prestazioni da parte dell’INPS e in merito alla nuova gestione diretta delle attività inerenti all’accertamento e riscossione di contributi e all’erogazione delle prestazioni previdenziali con riferimento all’indennità di malattia, maternità, disabilità e donazione sangue per il personale assicurato presso l’ex-IPSEMA, ha evidenziato il ritardo organizzativo dell'Istituto, seppur fisiologico, nell'istituire un gruppo di lavoro dedicato ai lavoratori marittimi finalizzato allo smaltimento delle circa 3500 pratiche relative all’anno 2013 acquisite e inevase dalla precedente gestione INAIL, e per la gestione corrente a decorrere dal 1° gennaio 2014.

 La Direzione dell’Area Metropolitana INPS di Napoli rappresentata dal dr. CICATELLI ha ribadito che molto probabilmente la situazione sarà normalizzata nel corso dell’anno corrente e nel contempo ci ha evidenziato alcuni aspetti critici della nuova gestione che possiamo sintetizzare nei seguenti punti :

 Nel passaggio di competenza, l’INAIL, non ha ancora certificato formalmente il numero esatto del pervenuto effettivo 2013 ;

  1. Attualmente è ancora in corso da parte dell’INAIL il trasferimento del cartaceo relativo alle pratiche non liquidate dell’anno 2013 (3500 c.a.) la cui liquidazione rientrerà nelle nuove competenze INPS ;
  2. La Direzione Centrale Tecnologia ed Informatica INPS sta predisponendo una nuova procedura in quanto i supporti informatici (programmi e procedure) utilizzati dall’INAIL per la lavorazione e per la successiva liquidazione delle prestazioni risultano obsoleti e non compatibili con l’attuale piattaforma INPS ;
  3. Attualmente, contrariamente agli accordi previsti, collaborano solo quattro unità lavorative INAIL a fronte delle nove unità lavorative che dovevano supportare la fase transitoria (gestione lavorazione e formazione on the job del personale INPS) fino a giugno 2014 ;
  4. Dal 1° gennaio del corrente anno ogni giorno pervengono alla sede INPS di Napoli, tra posta ordinaria (Raccomandate A/R.) e consegna allo sportello, circa 200 richieste che sono già in corso di lavorazione;
  5. La Direzione Generale Inps attualmente è impegnata ad una serie di riunioni tecniche presso le sedi ministeriali competenti al fine di predisporre la totale telematizzazione per l’invio dei certificati medici.

 Nel corso di un costruttivo e proficuo colloquio nello spirito di ampia collaborazione e nell’interesse dei lavoratori marittimi, la Direzione dell'INPS di Napoli, oltre a garantire tutte le migliori soluzioni per erogare tutte le prestazione con solerzia e tempestività, ha reso noto che:

  1. secondo le attuali disposizione di legge le competenze spettanti per importi superiori a 1000,00 euro non possono essere accreditate su carte prepagate bensì solo su conto corrente bancario o postale e/o su libretti di risparmio nominativi muniti di codice IBAN;
  2. I certificati devono essere inviati sia a mezzo raccomandata a/r che consegnati all'ufficio protocollo della sede INPS competente per territorio;
  1. le informazioni sullo stato delle pratiche possono essere chieste esclusivamente dal diretto interessato, o delegando uno degli Enti di Patronato riconosciuti e autorizzati dalla Direzione Provinciale del Lavoro competente tramite i loro operatori muniti di apposito tesserino rilasciato dalla DPL stessa .

La scrivente O.S., alla luce di quanto sopra esposto, invita tutti i lavoratori durante l’assistenza sanitaria di consegnare agli sportelli delle sedi INPS competenti o inviando tramite raccomandata A/R tutte le certificazioni previste.


A PROCIDA GLI STATI GENERALI

DELL'ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

corricella

Si svolgerà a Procida dal 26 al 29 marzo l’ottava edizione dell’ISUR, l’International Symposium on Underwater Research, convegno di archeologia e ricerca subacquea organizzato annualmente dalla GAMA-General Association of Mediterranean Archaeology (l'anno scorso fu a Wroclaw-Polonia, due anni fa ad Antalya in Turchia). L’incontro – rende noto nel suo blog l’archeologo subacqueo Michele Stefanile - si terrà presso la sede della Scuola per l’Alta Formazione dell’Università di Napoli "L’Orientale". Relatori e uditori da Italia, Spagna, Portogallo, Turchia, Polonia, Russia hanno già dato una preadesione; per il programma completo, però, occorrerà attendere il primo marzo e la chiusura della Call for Papers - Call for Posters.


imuMINI IMU 2013: ISTRUZIONI PER L'USO

Venerdì 24 gennaio scade il termine per il pagamento della cosiddetta MiniImu introdotta dal D.L. 133 del 30/11/2013 che prevede la seconda rata Imu anche per le abitazioni principali e i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

L'importo è pari al 40% della differenza tra l'aliquota deliberata dal comune e l'aliquota base stabilita dallo Stato (4 per mille per l'abitazione principale e 7,6 per mille per i terreni agricoli).

Per quanto riguarda il Comune di Procida i proprietari delle suddette tipologie di immobili non dovranno pagare nulla.


COMPRAVENDITE E LOCAZIONI DEGLI IMMOBILI:

UN REBUS CHIAMATO  APE !

ApeCon l'inizio del 2014 oltre ai tanti nodi fiscali irrisolti come l'IMU e la la Tasi, spicca l'enigmatico APE ossia l'attestato di prestazione energetica per le abitazioni in vendita o in affitto. Il susseguirsi delle norme nello scorso anno, invece di fare chiarezza e semplificare, ha finito per confondere completamente le idee, con disposizioni che si sovrappongono e si contraddicono. Fin dal Decreto Legge n. 63 del 4 giugno 2013 (Legge Ecobonus), convertito il 3 agosto, l'assenza dell'APE implicava la nullità del contratto di vendita o di locazione che fosse. Adesso la nullità del contratto qualora l'APE non venga allegato all'atto di compravendita o locazione sembra superata, sostituita però da sanzioni pesantissime, da tremila a diciottomila euro. La ratio della norma deriva da una direttiva europea che punta alla riduzione dei consumi energetici a partire dal riscaldamento delle abitazioni. Il decreto 145, Destinazione Italia (in fase di conversione), entrato in vigore il 24 dicembre, stabilisce che i contratti senza APE sono validi, ma vengono sanzionati dai 3mila ai 18mila euro. Nelle locazioni di singole unità immobiliari la multa è stata fissata tra i mille e i 4.000 €. Non è previsto nessun obbligo nei contratti di trasferimento a titolo gratuito. Infine la Legge di Stabilità in vigore dal primo gennaio 2014, ha fatto slittare l'obbligo di allegare l'APE all'entrata in vigore del decreto ministeriale che adeguerà il Dm del 26 giugno 2009 contenente le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.

Ciò implicherebbe che si potrebbero ancora concludere contratti senza l'obbligo dell'APE, andando però a contrastare le norme di indirizzo comunitario.

In pratica siamo innanzi a tre norme in vigore in contraddizione tra loro, di cui due in fase di conversione in legge ! Urge una soluzione univoca.


W L'EURO: IL MALATO E IL TERMOMETRO

w_euroIl nostro attuale debito pubblico supera abbondantemente i duemila miliardi di euro e non si sa come abbatterlo. Nel 1996 i tassi di interesse sui titoli decennali erano al 9%, ora sono circa al 4%. Con l’euro i tassi sul debito pubblico si sono dimezzati, facendo risparmiare agli italiani 500 miliardi di interessi. Il problema vero è che la squallidissima ed imbarazzante classe politica invece di cogliere l’occasione di questo risparmio per annullare il debito, ne approfittò per moltiplicare la spesa pubblica, pur di cementare voti e consensi. Adesso vecchi e nuovi barbari della politica pur di raccattare voti dagli ingenui, non sapendo come uscire fuori dalla palude della stagnazione, quotidianamente non fanno altre che prendersela contro il capro espiatorio della della moneta unica. Se si esce fuori dall’euro, ritornando alla lira, quest’ultima si svaluterebbe del 30% e quindi il nuovo debito aumenterebbe del 30% che l’Italia non sarebbe mai e poi mai in grado di restituire. Il giorno dopo ci sarebbe una  emorragia di capitali che scapperebbero all’estero spingendo lo spread dagli attuali 220 punti ad oltre 700 punti e con un PIL allo 0% lo Stato non saprebbe più come pagare pensioni e stipendi pubblici come stava per accadere già a novembre 2011. Il costo della benzina da 2 euro al litro di oggi, passerebbe a tre euro, facendo schizzare i costi energetici delle industrie italiane e quindi i prezzi dei prodotti che non sarebbero più in grado di vendere nonostante la svalutazione. L'inflazione schizzerebbe alle stelle e con il raddoppio dei tassi di interesse sul debito pubblico, le famiglie non saprebbero più come ripagare i mutui. Il problema non è l’euro, ma è la cronica evasione fiscale incoraggiata con i condoni e le prescrizioni, la corruzione pervasiva, gli scandali delle grandi opere delle cricche massoniche, la longa manus della criminalità organizzata in qualsiasi aspetto della vita civile, le vergognose gestioni fallimentari di società come TIRRENIA e ALITALIA, gli scandali MPS, FONDIARIA SAI, SAIPEM, FINMECCANICA, gli appalti truccati, le spese delle regioni fuori controllo, l'abuso dei derivati finanziari, governatori che guadagnano più di Obama, gli scandali di Bossi e il trota, Fiorito-batman, prostitute come la Minetti nominate in consiglio regionale, i milioni di fannulloni improduttivi che occupano posti pubblici, enti inutili come province e società partecipate comunali, milioni di falsi invalidi e baby-pensionati che negli anni scorsi abbandonavano il lavoro anche con meno di 50 anni, aziende che non hanno investito nella produttività e nella ricerca, i furbastri dei commercianti che il giorno dopo la fine della lira iniziarono a vendere passando da 10.000 lire a 10 euro. Solo riducendo alla fame la bestia pubblica, rimuovendo gli sprechi e la criminalità organizzata, mettendo fine alle assunzioni nel pubblico e nelle partecipate, alla corruzione, al sommerso, ci sarebbero meno imposte a carico delle partite iva, le aziende assumerebbero di più, i consumi aumenterebbero, innescando un vero circolo virtuoso.

Prendersela con l'euro, è come il malato con la febbre che accusa il termometro: il problema vero è che cambiando moneta, la febbre diventerebbe collasso, coma, morte sicura.

W l’euro, abbasso la lira.


La magia solidale dei luoghi di Procida

per aiutare le Filippine distrutte dal tifone

di Donatella Trotta

dipinto_prof_lubranoUn’iniziativa che nello spirito del Natale coniuga arte e solidarietà, memoria e bellezza ambientale. Da Procida alle Filippine devastate dal tifone Haiyan, che un mese fa ha devastato il sud del paese asiatico, radendo al suolo case e causando più di seimila vittime.

Si intitola «I luoghi» la mostra di pittura di Pasquale Lubrano Lavadera inaugurata sabato 28 dicembre (con l’artista, l’architetto Giancarlo Cosenza, il pittore Nico Granito e la scenografa, pittrice e scrittrice Elisabetta Montaldo) che fino al 6 gennaio esporrà sull’Isola, nelle sale dell’Hotel La Vigna (via Principessa Margherita 46), una selezione di tempere su tela dell’artista, poeta e scrittore procidano. L’esposizione, promossa dall’Associazione culturale Isola di Graziella, è infatti finalizzata alla raccolta fondi per la ricostruzione della cittadina filippina di Abuyog, particolarmente colpita dalla furia del vento assassino.

Protagonista della mostra procidana - ospitata nella bella struttura ricettiva del centro storico annidata sotto le mura dell’antico castello in località La Vigna, prima zona di insediamento agricolo, a fine ’500 e già dimora del vulcanologo procidano Giuseppe Imbò -, l’Isola di Arturo. Con i suoi siti appartati di un piccolo mondo arcaico sospeso tra mito e natura, memoria e cultura materiale, luce, profumi e colori mediterranei. Paesaggi isolani trasfigurati, dal pennello di Lubrano Lavadera, in visioni interiori con sfumature a tratti metafisiche: dalle opere ispirate dalla celebre marina della Corricella, attraverso i dettagli delle architetture mediterranee di Procida (archi, scale, particolari dei caratteristici muri isolani), all’icona della dimora di Graziella alla seicentesca casa su Terra Murata, fino ad arrivare a immagini legate a ricordi dell’autore, con l’immagine di un onirico giardino della sua infanzia, o quella del lido di Procida dei primi anni Sessanta o, ancora, con Palazzo Catena, sito originario dove nacque il Premio Elsa Morante e dove Giacomo Manzù espose una personale nei primi anni ’70.

Luoghi e scorci legati, da intensi cromatismi, a emozioni forti che la sensibilità vibratile di Pasquale Lubrano Lavadera, intellettuale poliedrico - narratore, poeta, pittore e articolista, dal 1984 direttore del periodico «Espressioni procidane» -, legatissimo alla sua isola e impegnato anche in progetti di sviluppo e di solidarietà internazionale, dispiega in questa fase trascolorando da un iniziale divisionismo, cifra di una sua precedente produzione, a un tentativo di nitida astrazione orchestrata su linee e colori netti, di particolare impatto. I proventi della vendita delle sue opere, a prezzi volutamente ”popolari“ e accessibili a tutti, costituiranno un tassello del grande puzzle di solidarietà per le Filippine concretamente partito dalla città di Ravenna attraverso esponenti di Famiglie Nuove (tra le quali la famiglia Corbeza) e l’Associazione Mondo Unito (Amu) del movimento del Focolare fondato da Chiara Lubich, che a Cebu hanno un punto prezioso di riferimento per coordinare gli aiuti umanitari in arrivo da tutto il mondo.

da IL MATTINO  del 28.12.2013

AFFITTI 2014: STOP AI CONTANTI

La legge di stabilità per il 2014 ha introdotto l'obbligo di effettuare il pagamento dei canoni di locazione di unità abitative, di qualsiasi importo, con “forme e modalità che escludano l'uso del contante”, estendendo l’obbligo anche alle locazioni transitorie, quelle stipulate con studenti e quelle turistiche.
Dal 1° gennaio 2014 scatta l’obbligo per i proprietari di incassare il corrispettivo con assegno o bonifico dall'inquilino. Fino a oggi l'obbligo di tracciabilità veniva ricondotto nel più generale limite antiriciclaggio dei 1.000 euro.


29/12/2013, 18.10:
LA TERRA TREMA ANCORA

Dopo la scossa di Casamicciola di qualche settimana fa, la terra campana trema ancora, Referendum_nuclearequesta volta con epicentro presso Piedimonte Matese e magnitudo fino a 4,9 della scala Richter. L'Aquila, Emilia Romagna, Umbria, Campania, Basilicata. Gli italiani devono essere
eternamente riconoscenti a padre Alex Zanotelli, Antonio Di Pietro e Beppe Grillo, grazie ai quali 3 anni fa furono scongiurate le costruzioni delle centrali nucleari berlusconiane su uno dei paesi a più alto rischio sismico del mondo. Molte persone ora terrorizzate, nel giugno del 2011 non mossero però un dito e se ne fregarono altamente del referendum contro il nucleare, che poteva naufragare proprio per l'elevato astensionismo dei berluscones, ossia la classe politica più squallida, laida, imbarazzante ed impresentabile della storia repubblicana. Un popolo che non è in grado di gestire neppure il catasto, voleva costruire le centrali atomiche in una penisola ad altissimo rischio, affinchè le cricche massoniche della P3 e della P4 lucraserro tangenti sui mega appalti. Come è corta la memoria dei paladini dell'informazione italiana, da quella nazionale fino a quella periferica...



dipinto_prof

Hotel “La Vigna”

 

Sabato 28 dicembre  ore 17,30

Inaugurazione

della Mostra di pittura 

“I luoghi”


a cura del Prof.

Pasquale Lubrano Lavadera

 
Interverranno:
Giancarlo Cosenza, Nico Granito, 
Elisabetta Montaldo

 

La Mostra promossa
dall’Associazione Culturale Isola di Graziella 
è finalizzata 
alla raccolta di Fondi per la ricostruzione  della città di Abujog nelle Filippine e resterà aperta dal 
28 dicembre al 31 marzo 2014 




COMUNICATO INSIEME PER PROCIDAinsieme-per-procida-2010
Consiglio Comunale del 19 u.s.

Il Consiglio Comunale di Procida, a maggioranza, certifica la propria inutilità approvando il bilancio di previsione 2013 alla fine dell’anno in corso, dopo aver ricevuto una diffida in merito dal Prefetto di Napoli. E, circostanza ancora più assurda, delibera di pareggiare le spese con somme che non saranno mai incassate, né nell’anno ormai trascorso né nei successivi. Come ad esempio la previsione  della ragguardevole somma di 600.000 € che dovrebbe venire dalla lotta all’evasione della vecchia ICI, ben sapendo di aver gonfiato tale cifra grazie ad innumerevoli errori con cui si è tentato di far pagare i cittadini. O, altro esempio, la previsione a partire dall’anno 2014 di incassare una somma superiore ai 600.000 € per i fitti da chiedere ai proprietari degli immobili abusivi che dovrebbero essere acquisiti a patrimonio comunale. Fondando l’intera iniziativa su una legge regionale palesemente inapplicabile. Senza trascurare la continua alienazione del patrimonio immobiliare che viene venduto sotto costo, come dimostra la vicenda delle case popolari alla Corricella. Partiti da una valutazione di 2.400.000 €, nel giro di pochi anni hanno perso un bel milioncino, con l'offerta di una società privata che per ora ha solo versato un anticipo di 120.000 €. E neppure tale vendita a tutt'oggi è stata ancora perfezionata correndo il serio rischio di restituire l'intera caparra e tutti gli oneri previsti.  Questi macroscopici sbagli, commessi dalla maggioranza  in piena coscienza e responsabilità,  ricadranno sulle prossime gestioni di bilancio a causa di una cattiva azione politica perfettamente coerente con quella gestione degli ultimi anni di cui oggi paghiamo le conseguenze. E, ancora una volta, si decide di non prendere affatto in considerazione le proposte di taglio alle spese avanzate da Insieme per Procida, scegliendo, a maggioranza, di ignorare completamente le difficoltà che tanti cittadini stanno attraversando.


l%27isola_delle_zieL'ISOLA DELLE ZIE, 
IL SECONDO ROMANZO DI ANTONIO LUBRANO


L’isola delle zie, il secondo romanzo di Antonio Lubrano, dopo Pomeriggio di luglio. Una storia di naviganti che il primo difensore civico della tivu, giornalista e scrittore, ha ambientato  a Procida, l’isola in cui è nato e che fornisce da circa due secoli uomini di mare alle navi di mezzo mondo.

Siamo negli anni Cinquanta, protagonista del romanzo è Carluccio,  giovane rampollo di una famiglia patriarcale, di quelle che caratterizzavano la società italiana fino a mezzo secolo  fa, piena di zie, di nonni e di nipoti. Da pochi e scarni indizi raccolti tra i parenti, Carluccio ricava il sospetto che uno zio, classico lupo di mare, capitano di un cargo, uomo colto e di grande fascino, non sia morto di morte naturale ma sia stato assassinato da una delle sue amanti in un porto somalo, dov’era approdato con la nave.


LA TERRA TREMA:
MOMENTI DI PANICO A CASAMICCIOLA

terremoto_casamicciola
Una scossa di terremoto è stata avvertita a Casamicciola, poco dopo le 14 di martedì 10 dicembre. Paura tra la popolazione che ha udito un forte boato, seguito dalla vibrazione della terra e delle case. Il movimento sismico è avvenuto 48 ore dopo la causa giudiziaria e la richiesta danni presentata dal Comune di Ischia, contro l'ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, accusato di aver fatto affermazioni gratuite, apodittiche ed infondate quando nell'aprile 2010 disse che l'Epomeo aveva "il colpo in canna". 
Fonti dell'Osservatorio vesuviano confermano la notizia, stimando una magnitudo 1,5 ma con epicentro molto superficiale, cosa che ha fatto avvertire maggiormente la scossa. Il comune ischitano fu completamente distrutto da un terremoto nel 1883.

LA MINACCIA SISMICA DEI CAMPI FLEGREI
Il miglior quotidiano italiano, IL FATTO QUOTIDIANO, lunedì 2 dicembre si è occupato della mappa dei territori italiani a più alto rischio, ove vivono oltre sei milioni di italiani. Nella classifica delle principali minacce alla sicurezza dei territori italiani spiccano i fiumi Arno e Tevere, la costa del Cilento, la zona sismica romagnola tra Forlì e Cesena and last but not the least i Campi Flegrei. Dal dopoguerra ad oggi sono state oltre novemila le vittime di frane e alluvioni, con oltre 240 miliardi di euro di danni provocati dalle catastrofi naturali. Ma le spese di prevenzioni pari a circa 7 miliardi di euro costano meno della TAV. 
Prevenire è meglio che riparare.

Campi_Flegrei













TUBI ALL'AMIANTO PER L'ACQUA
ATO_2

















Anche Procida appare nell'elenco dei comuni dell'ATO 2 (pubblicato il 29 novembre dal Corriere del Mezzogiorno), nei cui acquedotti sarebbero presenti condotte realizzate con un mix di cemento e amianto. In Campania sono oltre 112 i km di condotte in eternit, il 7% della rete, che hanno in media tra i 40 e i 50 anni di vita. Nelle zone a rischio sismico le condotte in amianto possono subire fratture favorendo una maggiore diffusione delle fibre cancerogene nell'acqua potabile di decine e decine di comuni. In ogni caso non è l'ATO 2 a dover eliminare le condotte, ma sono i comuni gli unici abilitati ad intervenire.

 

Leggi e diffondi

Quello che gli altri non scrivono

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001
L'iniziativa è aperta alla collaborazione di tutti. Chiunque volesse inviare testi e altro materiale, può inoltrarli attraverso l'email.
TESTI E FOTO NON SONO PRELEVABILI SENZA AUTORIZZAZIONE. RIPRODUZIONE RISERVATA.
Copyright © Procidamia.it 2001 

  Site Map